venerdì 8 gennaio 2016

ISTANTANEE (t →∞) #2

Progetto Tangram // Spazio per le arti, Brescia
Opening 11 Dicembre 2015

videoistallazione, 7 monitor a tubo catodico, video loop



La videoinstallazione in mostra presso progetto Tangram appartiene a una serie di opere che, agendo sul doppio binario della dimensione pubblica e privata, riflette sullo spazio interiore del singolo rapportato al suo vivere in mezzo agli altri.
Il progetto “ISTANTANEE  (t →∞)" nasce dalla fascinazione per la storia della prima fotografia, quando per scattare un ritratto era necessaria una posa molto lunga e da una serie domande su ciò che mostriamo sulla nostra superficie più visibile: il viso (lat. visum, part. pass. verbo Video, ciò che è visto).
Partendo da questi presupposti - diversi, ma facilmente sovrapponibili in una serie di implicazioni reciproche - si chiede a sette persone di posare di fronte alla macchina fotografica e di offrire il loro migliore sorriso, mantenendolo il più a lungo possibile, come se fossero di fronte a un apparecchio di fine Ottocento. Tuttavia, anziché essere immortalate da un singolo scatto, sono state riprese, in modo da cogliere nel tempo le variazioni delle singole espressioni facciali. 
Sul loro viso si sono avvicendate infinite micro-espressioni, passando - in alcuni casi - dal riso al pianto. Creano un vero e proprio racconto composto da un inizio, uno svolgimento e una fine.
I volti si sono trasformati in maschere mobili sulle quali, loro malgrado, si proiettano in un continuum fluido tutte espressioni che sfuggono al controllo.

La disposizione corale dei monitor in mostra mette in relazione il singolo individuo con la pluralità, mostrando ciascuno racchiuso nel proprio sforzo, pur abitando tutti lo stesso spazio.

ll titolo rimanda allo studio dei limiti in matematica: cosa accade a y se il tempo tende a infinito? Cosa accade se si costringe alla durata un gesto spontaneo e immediato come un sorriso? Cosa accade a un individuo che entra in relazione con gli altri?






















ph. E. Milanesi